Di diarrea dopo colazione scarica


Gentili dottori, vi scrivo dopo anni che ho questo problema che non mi permette a volte di vivere una vita tranquilla e spensierata. Fino ai miei. Caro Utente è normale avere ancira problemi di assorbimento dopo una gastroenterite e sicuramente il risveglio facilita la peristalsi ed i. Questo articolo parla di: Diarrea al mattino Diarrea dopo colazione Diarrea Molto spesso è capitato in più di un'occasione anche a me di. In genere i sintomi della diarrea funzionale si presentano sotto forma di scariche mattutine oppure dopo i pasti con dolore addominale, senso di sazietà.

Nome: di diarrea dopo colazione scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 50.24 MB

Come è possibile tutto questo? Anche voi avete manifestato questo sintomo improvviso del vostro corpo che dopo un determinato alimento vi fa correre immediatamente al bagno? La diarrea generalmente ha cause infettive oppure cause funzionali.

In parte il caffè è acqua ed automaticamente acqua ed altre sostanze contenute nel caffè fanno andare di corsa al bagno. In questo caso parlo di quelle grandi belle e rotonde pizze.

È opportuno informarsi su eventuali viaggi all'estero o assunzioni di alimenti o bevande sospette da parte della persona affetta. La diarrea cronica è caratteristica di molte patologie gastroenteriche che presentano stati infiammatori della mucosa o patologie a carico del pancreas con riduzione dell'assorbimento dei grassi steatorrea o comunque malassorbimento di nutrienti.

Quali sono i sintomi della diarrea funzionale?

Comune nelle patologie gastroenteriche è una riduzione dell'enzima lattasi alla quale conseguono problemi nella digestione di alimenti che contengono lattosio latte, latticini freschi, ecc. Una anamnesi attenta è il più importante strumento di valutazione; vanno indagate la frequenza delle evacuazioni, l'aspetto delle feci, la sintomatologia generale e addominale, la durata. In fase acuta, la terapia deve intervenire in tempi rapidi per arginare gli squilibri idro-elettrolitici ed energetici.

Importante è individuare quanto prima la causa per definire una terapia mirata. Sarà pertanto necessario sospendere i cibi o i farmaci individuati quali possibili cause, reintegrare liquidi ed elettroliti, modificare l'alimentazione che dovrà essere priva di lattosio e molto ridotta in fibre.

La necessità di un eventuale trattamento farmacologico sarà deciso dal Medico. Ridurre il consumo di grassi saturi.

Ridurre il contenuto di lattosio e di fibre. Approfondisci cosa sono ed a cosa servono le fibre.

La dieta sarà liquida per le prime 24 ore per assicurare il giusto apporto di liquidi, e poi integrata con alimenti solidi. Cosa mangiare in caso di diarrea?

Vecchie e nuove scuole di pensiero. In caso di diarrea non sempre le opinioni sono univoche, cerchiamo dunque dunque di scoprire le verità eliminando quelli che sono falsi miti e credenze prive di fondamento: molti sono i sostenitori della dieta BRAT acronimo di banane, riso, mele e te, ma oggi si ritiene che tale dieta sia troppo restrittiva e soprattutto squilibrata e che molti sono i cibi che possono essere mangiati senza causare problemi; la famosa dieta in bianco da seguire necessariamente in caso di diarrea va oggi riveduta: si al riso molto cotto e ricco di amido, no alla pasta al burro o al brodo; anche la classica tazza di te caldo non è ritenuta idonea in quanto il te è un alimento irritante per le mucose; frutta e verdure da sempre considerate nemiche della diarrea perchè ricche di fibre, vengono rivalutate.

Alcuni tipi di frutta, infatti, sono ricchi di pectina ed alcune verdure cotte sono povere di fibre e quindi utili a curare la diarrea. Di seguito vengono quindi riportati gli alimenti da evitare e quelli che sono invece benefici e quindi possono essere consumati.

Intestino irritabile

Alimenti da evitare. Alimenti consigliati: pasta ed altri farinacei non integrali, meglio ancora se si prediligono fette biscottate crack o se si cerca di tostare il pane; riso molto cotto ricco di amidi; carni magre e pesce, meglio se bolliti o cotti ai ferri; prosciutto sgrassato ed altri insaccati magri come ad esempio petto di tacchino o la bresaola; verdure, quali spinaci, lattuga, zucchine, patate, carciofi e carote meglio se cotti ed in quantità non abbondanti; frutta, quale mela, ananas, banane, pompelmo, ricca di pectina che aiuta a rendere le feci più consistenti; succo di limone astringente e battericida; formaggio come il grana padano povero di lattosio; te che ha proprietà reidratanti e depurative; yogurt con fermenti lattici vivi per ripristinare la flora batterica.

Hai letto questo?3 SCARICHE DI DIARREA

Possibili conseguenze della diarrea.