Dieta dukan 7 giorni da scarica


  1. Caricato da
  2. La Dieta Dukan Dei 7 Giorni - Pierre Dukan (1) (1)
  3. Dieta Dukan Pdf
  4. Scarica Dieta Dukan libro in formato pdf doc

Scaricare libri la dieta dukan dei 7 giorni (pdf, epub, mobi) da pierre dukan gratis. febbraio Issuu is a digital publishing platform that makes it simple to. Giuseppe Healthy on Instagram: “ Una dieta da kcal giornaliere è una dieta più rigida ma che è indicata per dimagrimenti rapidi in soggetti di una. Il Dottor Dukan ha creato la dieta nel , ispirato da un paziente obeso che gli disse Fase di attacco ( giorni): si inizia la dieta mangiando illimitatamente. Dieta Dukan dei sette giorni: schema completo. La scala nutrizionale o dieta Dukan dei 7 giorni è l'ultimo metodo dimagrante ideato dal nutrizionista francese​.

Nome: dieta dukan 7 giorni da scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 32.36 MB

Fase di Crociera Questa è la fase nella quale si osserva un calo peso graduale, progessivo e duraturo. Eliminati i primi chili, questa fase permette di arrivare gradualmente all'obiettivo prefissato.

Oltre ai 72 piatti proteici della prima fase, a giorni alterni potrai consumare un piatto di verdure da scegliere tra 28 diverse alternative. In questa fase, sempre a giorni alterni, sono concesse anche scelte a base di carboidrati.

In alternativa delle uova sode oppure crostacei e gamberi se vuoi puoi aggiungere della maionese Dukan o della senape.

Infatti, una recente ricerca suggerisce che le diete ad alto contenuto proteico in realtà hanno un effetto benefico sulla salute delle ossa. Le persone con problemi renali, quindi, non possono mangiare tante proteine? Le persone con problemi renali, gotta, malattie del fegato o altre malattie gravi dovrebbero parlare con un medico prima di iniziare una dieta ricca di proteine.

Esiste una versione vegetariana della Dieta Dukan? Si, esiste. Leggi questo articolo per saperne di più. Conclusioni La dieta Dukan sicuramente non è una dieta dimagrante facilissima da seguire. Il primo è chiaramente quello per cui non si sa quanto faccia bene bombardare il nostro corpo con tutta quella serie di proteine da mattina a sera.

Il secondo è che la dieta non è facilmente carina da seguire, parliamo di una dieta restrittiva, parecchio cattivella, con alcuni giorni impegnativi in cui si mangiano solo proteine magre e poco altro. Quindi vi consiglierei, arrivati a questo punto, di provare ma senza troppa convinzione e, soprattutto, molto convinti, invece, nel lasciar perdere se vediamo che è una condizione troppo pesante per il nostro corpo e per il nostro umore.

Voi avete mai sentito parlare della dieta Dukan e del suo promotore, Dottor Dukan? E indovinate da chi è sponsorizzata?

Non possiamo cambiare il mondo e il sistema economico che lo governa, ma è necessario che le aziende, il mondo della medicina e quello della politica capiscano che devono trovare il giusto equilibrio tra cittadino e Stato, tra economia e salute.

Caricato da

È questo il cammino da intraprendere, e muoversi in tale direzione è possibile. Per meglio comprendere e seguire il mio secondo fronte, ritengo indispensabile riassumere i principi fondamentali della mia dieta dimagrante originale.

E se ci sono riusciti loro, potete benissimo riuscirci anche voi! Non solo è auspicabile, ma necessario. È qualcosa di cui sono profondamente convinto. Non intendo sostituire il mio metodo originale, ma affiancargliene un secondo. Tornate quindi a La dieta Dukan, dove troverete tutti i miei consigli circa il modo giusto di procedere. Come qualcuno di voi saprà, il metodo originale è molto semplice.

Si tratta di uno spartito da eseguire in quattro diverse fasi: due per dimagrire rapidamente, cosa che risulta piuttosto motivante per raggiungere il Giusto Peso potete calcolarlo gratuitamente sul mio sito Internet, www.

A seconda della gravità del sovrappeso, il metodo originale si sviluppa in uno, due o persino tre mesi.

È stato proprio il successo conquistato da queste persone a incoraggiarmi a innovare e a proseguire nel mio cammino. Il modo in cui organizzerete i pasti di una settimana si ripeterà nché i 5, 10 o 15 chili di sovrappeso saranno scomparsi.

Ho sempre preferito privilegiare le proteine animali e vegetali come tofu, seitan e tempeh e le verdure. Dopodiché ho messo a punto la durata delle quattro fasi: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione. PE R riassumere, ecco i punti chiave del mio metodo, che ritroverete puntualmente anche nel secondo fronte. Facilità Potete mangiarne no a sazietà, poiché gli alimenti prescritti possono essere consumati senza limite di quantità. Inoltre, siete liberi di combinarli come meglio preferite e di consumarli quando volete.

Pratico e gradevole, vero? Incoraggiarvi è sempre stata una mia priorità. Continuità Poiché preservare il successo della dieta è fondamentale, due delle quattro fasi del metodo originale sono dedicate al consolidamento, e quindi alla stabilizzazione per il resto della vita.

È una scommessa, una sfida, e in definitiva la conferma che tutto questo è possibile: avete in mano il vostro destino! Varietà Potete disporre di oltre duemila straordinarie ricette, facili da realizzare e provenienti da ogni angolo del mondo. Gustose, originali ed equilibrate dal punto di vista nutrizionale, perché se bisogna dimagrire, meglio farlo con gioia e piacere!

La Dieta Dukan Dei 7 Giorni - Pierre Dukan (1) (1)

Le sue virtù la rendono un alleato indispensabile ed estremamente efficace. Convivialità Sostegno e coaching personalizzato si sono sviluppati via Internet. Successo Un elemento chiave, ovviamente. Se siete interessati agli aspetti teorici, dovete sapere che a livello metabolico la mia dieta si basa su cinque punti essenziali: 1.

Il calcolo matematico delle calorie assunte ogni giorno si basa su un ragionamento semplice, apparentemente logico ma in realtà fallace. Questo va bene se parliamo di una caloria isolata, teorica e a sé stante, non di qualcosa che viene concretamente assimilato da un organismo. Infatti, un chilogrammo equivale sempre a un chilogrammo, ma dipende di cosa. Supponiamo che io lanci dalla finestra un chilo di piume e poi un chilo di piombo: quale dei due preferireste ricevere sulla testa?

Per le calorie dei diversi alimenti assimilate nel corpo umano vale esattamente lo stesso principio: non tutte vengono metabolizzate nello stesso modo, quindi non tutte hanno il medesimo effetto. Gli alimenti vengono digeriti e assimilati dal corpo a seconda della loro composizione sica e chimica. Ecco perché calorie di zucchero o olio vengono scomposte e niscono nel sangue con un consumo calorico in mo, 2 o 3 calorie al massimo. Non consumiamo nello stesso modo calorie di porri o di cozze e di cioccolato.

Le sensazioni sono parecchio diverse, per questo il cervello ci spinge a preferire il cioccolato ai porri al vapore senza neppure pensarci un attimo. Lo ripeto: le calorie dei diversi alimenti non sono tutte uguali!

E la stragrande maggioranza dei prodotti alimentari industriali abbonda proprio di zuccheri. Se non siete diabetici, il vostro sangue contiene 1 grammo di glucosio per litro.

Se mangiate un pacchetto di biscotti, assumete oltre grammi di glucidi, che in soli 40 minuti entrano in circolazione nel sangue sotto forma di 20 grammi di zucchero per litro. Per riuscire in questa impresa deve affidarsi ai tre recettori disponibili: il fegato, i muscoli e i tessuti adiposi. Lo stesso vale per i muscoli, grandi consumatori di glucosio, purché vengano messi in moto! In caso di sedentarietà, il glucosio non utilizzato ristagna nei muscoli, i quali non possono riceverne altro.

Nella mia dieta la quantità di lipidi è ridottissima a causa della loro ricchezza calorica.

Dieta Dukan Pdf

Via libera alle verdure! Sia nel mio metodo originale sia nel secondo fronte le verdure devono essere consumate non solo a volontà, ma il più possibile. Hanno un ruolo essenziale, poiché sono ricchissime di vitamine, sali minerali e fibre, e sono povere di glucidi. Nella mia dieta le proteine hanno un ruolo centrale e fondante. Che cosa possiamo constatare?

Nella seconda parte del XX secolo il mercato alimentare che è letteralmente schizzato alle stelle è stato quello degli alimenti elaborati a partire dai glucidi, la terza categoria alimentare. Solo in Francia, per esempio, siamo passati da 1. La serotonina È un neurotrasmettitore prodotto dal cervello quando adottiamo comportamenti volti a tutelare, direttamente o indirettamente, la nostra sopravvivenza.

Quando la produciamo veniamo ricompensati da una sensazione di piacere, una sorta di ricarica della voglia di vivere. Se la serotonina scarseggia non ne siamo consapevoli, ma percepiamo un vago malessere che, in modo altrettanto inconsapevole, ci spinge ad adottare comportamenti tali da compensarne la carenza.

Questo ormone viene prodotto dal pancreas per mantenere il glucosio nel sangue a un livello di sicurezza per gli organi irrorati dal sistema cardiocircolatorio.

I neuroscienziati sanno bene che gli zuccheri ad assimilazione rapida producono dipendenza. Obesità e diabete, infatti, condividono origine e causa: la loro evoluzione dipende dalle condizioni del pancreas. Se invece il vostro pancreas è geneticamente vulnerabile, con una predisposizione al diabete, oltre a ingrassare diventerete diabetici. Prevede 72 alimenti naturali, ricchi di proteine e da consumarsi a volontà. I risultati sono folgoranti: nel caso di un sovrappeso di 5 chili se ne perde subito 1 e mezzo, mentre per un sovrappeso superiore ai 25 chili se ne perdono 5.

La rapidità con cui si ottiene tale successo è molto incoraggiante, e rappresenta un contributo solido e duraturo alla motivazione del paziente, determinato più che mai a proseguire.

E tutto questo in un paio di mesi! La fase di consolidamento comincia il giorno stesso in cui si raggiunge il Giusto Peso. La durata della fase di consolidamento è proporzionale alla perdita di peso: 10 giorni per ogni chilo smaltito.

Per esempio, dopo avere perso 10 chili avrete bisogno di giorni di consolidamento, e questa fase si divide in due parti uguali.

Nella prima, il consolidamento avviene associando i seguenti alimenti: - Proteine, sempre autorizzate a volontà e quanto necessario. A questi si aggiungono: - 1 frutto al giorno tutti tranne uva e banane. Una porzione da grammi di alimenti amidacei peso da cotti : pasta al dente, riso integrale, semola, lenticchie, fagioli bianchi o ceci. La seconda parte della fase di consolidamento è strutturata in modo analogo, ma con qualche concessione in più: - 2 frutti al giorno invece di uno solo.

La fase di consolidamento comprende tutti gli alimenti, ed è un modello di alimentazione umana ideale. Se fosse presa a esempio da tutti, non solo chi è dimagrito non ingrasserebbe di nuovo, ma chi gode del peso forma lo conserverebbe facilmente. Si tratta quindi di seguire il modello di alimentazione umana ideale rappresentato dagli alimenti della fase di consolidamento. È questa la piattaforma su cui ripiegare in caso di pericolo, ovvero in presenza di eccessi alimentari che mettono a rischio la stabilità del peso raggiunto.

Non rispettare il giorno di proteine pure signi ca trasgredire, e quindi smarrire la strada. Farne una regola, invece, assicura la padronanza della situazione. Si tratta di mantenersi attivi e opporsi a uno stile di vita sedentario e passivo. Una scelta virtuosa, indolore e molto utile. Rinforzano la motivazione e non mettono a rischio il Giusto Peso.

È entusiasmante constatare che le persone che rispettano tali misure non riprendono più i chili persi.

Spesso, anzi molto spesso, niscono per rendersi conto che il loro centro di gravità alimentare si è spostato sulle verdure e sulle proteine. Ritroverete anche i tre consigli del kit di controllo del vostro peso. Il piacere e la serotonina Ho per voi qualcosa di importante, un regalo eccezionale.

Leggete le prossime pagine, e vi assicuro che il corso della vostra esistenza cambierà. Vorrei fermarmi un istante a ri ettere con voi su un aspetto della vita umana a cui attribuisco importanza assoluta, un punto su cui ho molto riflettuto e che mi ha portato a grandi scoperte sia riguardo alla mia personale lotta contro il sovrappeso, sia soprattutto alla mia comprensione del mondo e alla mia loso a di vita.

È qualcosa che desidero condividere con voi, e di cui sarete liberi di servirvi come meglio crederete. Un habitat in cui si cercava protezione attraverso insediamenti che tutelassero persone e cose importanti, protezione senza la quale non si sarebbe potuto dormire sonni tranquilli.

Un corpo necessario, imprescindibile. Una natura a cui si sentiva di appartenere, e che si condivideva con animali, piante ed elementi.

Il bisogno di giocare e di ridere, qualcosa di tipicamente umano: passare del tempo insieme per divertirsi e imparare a vivere. Tutto veniva interpretato in funzione delle credenze, senza che ci fosse bisogno di provare alcunché. Ma eccolo, il nostro uomo: il Sapiens Sapiens, ovvero tutti noi. Per centonovantamila anni ha continuato a riprodursi in un mondo in cui resistevano e proliferavano solo gli individui dotati del più forte istinto di sopravvivenza, di una grande forza interiore e di una sorta di furioso istinto di conservazione.

Ho fame, mangio, assaporo il cibo e sopravvivo. Amo una donna, traiamo piacere dal nostro amore, mettiamo al mondo altri esseri umani e garantiamo la continuità della specie. Attenzione: non sto parlando di un uomo qualunque, virtuale o teorico.

Sto parlando di ciascuno di voi.

Scarica Dieta Dukan libro in formato pdf doc

Tale energia o pulsione stimola una decina di comportamenti di ricerca della ricompensa, il cui scopo primario è aiutarci a vivere. Il loro compito, infatti, è quello di condurci alla produzione di una particolare forma di ricompensa chiamata piacere, che viene percepita in maniera diversa in funzione degli obiettivi dei suddetti comportamenti.

In che modo viene portata a termine una missione di tale importanza? Allo stesso modo, ha imparato a coltivare i frutti della terra anziché limitarsi a raccoglierli. Facendo un salto in avanti arriviamo al , epoca in cui scienza, tecnologia, comunicazioni, trasporti e medicina producono una vera e propria rivoluzione, altrettanto importante di quella del Neolitico, che aveva segnato la ne della vita primitiva.

Per assicurare tale crescita, le nostre società devono produrre ogni anno più beni e più ricchezze di quello precedente. Per questo la società deve necessariamente condizionarci, per costringerci in un ruolo che garantisca la sua continuità. La prima, come sappiamo, è quella che ci spinge a consumare attraverso un martellamento continuo e quotidiano.

Gli strumenti impiegati sono la pubblicità, il marketing, il packaging, il lobbismo, i suoni, le immagini, le scritte, la seduzione, il sesso, il divertimento, i giochi, i concorsi, gli opinionisti, la televisione e i media in generale. Concentriamoci per un istante sulla nuova equazione che regola questa nostra epoca. Riguarda tutti, ma soprattutto chi ha un problema di sovrappeso.

Ero stato invitato a partecipare a una trasmissione televisiva di una nota emittente generalista, in un orario di massimo ascolto. Quello che ho appena spiegato è direttamente collegato alla funzione della serotonina. In che modo siamo programmati per continuare a vivere? Adottandoli proviamo soddisfazione. Una soddisfazione che potrà variare a seconda del cammino scelto, ma che ha sempre il medesimo effetto: la secrezione della serotonina, che a sua volta ricarica la batteria della pulsar vitale.

Per essere ancora più chiaro, mettiamola in questi termini: maggiore è la quantità di serotonina prodotta dal cervello, più soddisfacente risulta la vita. E più abbiamo voglia di vivere, più siamo felici.

Occorre un fattore scatenante, ovvero quei comportamenti che fanno parte della nostra eredità genetica e culturale e che ci fanno ottenere risultati che a loro volta attivano il cervello, facendogli secernere serotonina.

Se optiamo per questo genere di comportamenti, non è perché intendiamo procurarci a tutti i costi la preziosissima serotonina. Dopotutto, si tratta di un processo che non siamo tenuti a riconoscere o a capire. Dove voglio arrivare? Qual è il rapporto con il problema del sovrappeso, e con il vostro sovrappeso in particolare? Scoprire come funziona il vostro cervello vi aiuterà a vivere meglio, perché in fondo è questa la centrale operativa della felicità!