Schema temperatura basale da scaricare


Scrivici, e ci daremo da fare per correggerlo al più presto! Se invece volete scriverci un commento o parlare di noi sui vari forum lo apprezzeremo moltissimo​. Grafico da stampare e compilare in forma cartacea. grafico scaricabile in pdf per l​'annotazione della temperatura basale e del muco mediante il. Puoi scaricare il. Come prendere la temperatura basale nel modo corretto per Questa temperatura viene messa su un grafico che va poi interpretato. Se però preferite avere il vostro termometro da tenere sempre sul comodino, in commercio ne esistono di diversi tipi. Scarica il foglio guida in formato PDF e stampalo. Ecco come si misura e il grafico da scaricare e da utilizzare per capire quando avere o non avere rapporti sessuali a seconda che si voglia avere.

Nome: schema temperatura basale da scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 60.72 MB

M come mamma M come moglie M come me stessa! Utilizzato anche come metodo anticoncettivo, la misurazione della temperatura basale è diciamo un metodo spartano per capire il proprio ciclo. La temperatura basale è infatti la temperatura corporea che si registra appena svegli, prima che si compia qualsiasi attività e rende l'idea di quello che più o meno sta succedendo nel nostro corpo.

Seguendo l'andamento del ciclo si avrà che nella fase follicolare, quando il progesterone è quasi assente, la temperatura basale è più bassa, mentre nella fase luteale, quando il progesterone aumenta, la temperatura basale è più alta rispetto alla fase precedente. Se l'andamento è normale, ossia con ovulazione, si dice che è bifasico: si ha quindi una temperatura più bassa subito dopo le mestruazioni, che si alzerà con l'ovulazione per poi ridiscendere con le seguenti mestruazioni.

In farmacia si possono acquistare degli appositi termometri basali, che hanno il vantaggio di avere delle tacche dei decimi meno ravvicinate e, pertanto, risultano più facili da leggere.

News ginecologia

Comunque anche i normali termometri a mercurio vanno benissimo, e sono anche molto meno costosi. La via orale è meno consigliata perché la presenza di carie, gengiviti o afte, possono determinare errori di misurazione.

Credo che la migliore via sia quella rettale, a meno che non si sia affetti da gravi infiammazioni della mucosa rettale. In ogni caso, una volta scelto un posto usate sempre quello.

La temperatura va riportata ogni giorno su un apposito grafico, che potete farvi da soli o scaricare da Internet. Sul grafico si possono registrare, oltre alle temperature, anche altre informazioni relative al muco cervicale, alla frequenza dei rapporti sessuali ecc.

Dunque non ossessionatevi con gli orari! Misurare la temperatura basale è uno degli strumenti più semplici e più economici per valutare l'andamento del ciclo e in particolare per capire se c'è stata ovulazione.

Infatti la temperatura basale varia a seconda della fase del ciclo in relazione alla quantità di progesterone presente in circolo: nella fase follicolare, quando il progesterone è quasi assente, la temperatura basale è più bassa, mentre nella fase luteale, quando il progesterone aumenta, la temperatura basale è più alta rispetto alla fase precedente.

Dunque se il ciclo è ovulatorio la temperatura dovrebbe avere un andamento bifasico: nei giorni prima dell'ovulazione sarà più bassa ad esempio tra i Questo se l'ovulazione c'è stata.

Se invece la temperatura si mantiene costante durante tutto l'arco del ciclo, facendo su e giù in modo irregolare e senza che sia possibile individuare un andamento bifasico, è molto probabile che il ciclo sia anovulatorio. Dopo l'ovulazione la temperatura si mantiene stabilmente alta per poi calare, se non c'è stata fecondazione, in prossimità dell'arrivo delle mestruazioni.

Invece in caso di gravidanza la temperatura continua a restare alta, anzi a volte registra un ulteriore aumento; si parla in questo caso di andamento trifasico della temperatura. Più di 14 giorni di temperatura alta dopo l'ovulazione sono un ottimo segno!

Non è assolutamente necessario prendere la temperatura sempre alla stessa ora, l'essenziale è prenderla dopo almeno ore alcuni dicono anche solo 3 di sonno ininterrotto. Dunque non c'è nessunissimo bisogno di puntare la sveglia anche nei giorni festivi!!

Comunque anche i normali termometri a mercurio vanno benissimo, e sono anche molto meno costosi.