Sensazione di scariche elettriche alla testa


Definizione. Il segno. È come se la testa tremi, vibri, come se il cervello fosse stato improvvisamente scosso da una forte scossa elettrica. La sensazione di scossa. Sono una donna di 49 anni e da un paio di giorni, improvvisamente, ma abbastanza frequentemente nella giornata, è come se la mia testa fosse attraversata da. Gentile Utente, innanzitutto escluderei l'inizio di un'epilessia. Il sintomo sembrerebbe di tipo psicosomatico, di origine ansiosa ma Le dico.

Nome: sensazione di scariche elettriche alla testa
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 69.71 Megabytes

Sintomi neurologici funzionali e dissociativi: una guida per il paziente Sintomi sensitivi funzionali Cosa sono i sintomi sensitivi funzionali?

Essi non sono causati da un danno o da una malattia del sistema nervoso. I pazienti con sintomi sensitivi funzionali possono provare: 1. Una sensazione di alterata sensibilità in una metà del corpo più comunemente la sinistra — generalmente coinvolgente il volto, il braccio o la gamba in combinazione variabile.

Anche un disturbo sensitivo limitato al volto è abbastanza comune. Sensazioni fugaci — tra cui fitte, formicolii, scosse elettriche 4.

Una fitta alla testa temporanea non ti deve, quindi, spingere al pronto soccorso, a meno che il dolore non sia talmente forte da farti quasi perdere i sensi.

Che cos’è il Neuroma di Morton?

Quando sei in una condizione di prostrazione e di esaurimento fisico ed emotivo, o quando il tuo livello di vitalità cala ai minimi storici, cala anche la produzione di endorfine, che non sono solo gli ormoni "del buon umore", ma anche degli analgesici naturali.

Non sottovalutare i segnali che il tuo corpo ti manda, ancorché benigni.

Sicuramente in una fase di stress qualche fitta alla testa potrebbe essere l'ultimo dei tuoi problemi, nondimeno potrebbe anche rappresentare un'avvisaglia di quanto tu stia "tirando la corda".

Le persone eccessivamente ansiose e chi abbia la "mania" del controllo sono vulnerabili a tutte le sindromi dolorose e la testa è la prima parte del corpo a risentirne.

Cosa puoi fare? Dipende da tanti fattori, principalmente, come ti ho anticipato, dalla frequenza e dalla intensità del fenomeno.

Cervicale vertebre C5 e C6

Se le tue fitte alla testa sono ricorrenti, seppur brevi, se il dolore è forte o va intensificandosi, se dentro di te senti che quel sintomo ha un significato da scoprire, recati subito dal medico di famiglia per una visita obiettiva e per spiegare cosa ti sta succedendo.

Saranno lui o lei, in base alla prima valutazione e alla tua storia clinica personale e familiare, a stabilire se sia necessario ricorrere ad una o più indagini diagnostiche specifiche e al consulto di uno specialista, in questo caso, verosimilmente, un neurologo.

Altre volte, senza apparenti motivi, possiamo iniziare a sentire segnali acuti simili brevi ma intense scariche elettriche provenienti da un solo lato della nostra testa. La cefalea di tipo tensivo, come indicato dal nome, è invece collegata alla tensione muscolare in varie parti del corpo, in particolare a livello del collo e delle spalle. In questo caso, le cefalee potrebbero essere associate alla dilatazione dei vasi sanguigni che porterebbe ad una stimolazione del nervo Trigemino o nervo cranico numero V , un nervo misto composto cioè da fasci di nervi motori e sensitivi che avvolge il cranio3.

Una seconda possibile teoria è rappresentata dalla diffusione di potenziale elettrico. In particolare, in uno studio condotto su centosedici pazienti con depressione maggiore un tipo di depressione presente per molti giorni, per quasi tutto il giorno , è stato dimostrato come questi pazienti provino un aumento del dolore soggettivo dovuto a mal di testa durante gli attacchi depressivi.

Nessuna cura è adattabile a tutti ma dopo visite, radiografie e controlli, ognuno avrà la terapia che più si adatta. Dalla medicina omeopatica alla medicina tradizionale sarà il medico ortopedico a dare la cura giusta per alleviare le sofferenze. In genere il paracetamolo è una cura che si prescrive nei casi più lievi di cervicale.

Altre persone sono, infatti, costrette a ricorrere ai cortisonici. Di grande aiuto alla cervicale è la fisioterapia che con esercizi mirati aiuta a sciogliere i dolori.

Le cure naturali per la cervicale Olii, esercizi di yoga o pilates , termoterapia sono validi aiuti naturali per contrastare la cervicale.

Anche in questo caso il fai da te non porta alla risoluzione del problema.