Emissioni gas di scarico auto


Tale processo provoca l'emissione di una serie di gas che vengono espulsi dal Lo scandalo VolksWagen, il colosso tedesco dell'auto che ha. Il gas di scarico di un'auto. Emissioni auto, ecco come i software possono modificare i valori dei gas di scarico. condividi l'articolo. NEWS. Volkswagen​. A seguito degli scandali sui gas di scarico negli USA e nell'UE nel –, i nuovi test sulle emissioni in condizioni reali per le automobili e i veicoli. Le auto non sono tutte uguali – una verità tanto più evidente per quanto riguarda i gas di scarico. Ma quali alternative esistono alle normali auto benzina o.

Nome: emissioni gas di scarico auto
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 36.18 Megabytes

Foto: ECOdolomites www. Ma quali alternative esistono alle normali auto benzina o diesel? La quantità di CO2 emessa è proporzionale alla quantità di carburante bruciata nel motore — meno consumo di carburante equivale quindi a minori emissioni di CO2.

I motori diesel hanno una maggiore efficienza e un minore consumo di carburante per chilometro rispetto ai motori a benzina, ed emettono quindi meno CO2 rispetto a questi ultimi. Tuttavia, i motori diesel producono maggiori quantità di azoto e polveri sottili, soprattutto nel caso in cui il veicolo non sia dotato di filtro antiparticolato.

Nello specifico, tramite una sonda che viene inserita nel terminale di scarico la parte visibile della marmitta e che è collegata ad un computer dotato di un software particolare, vengono analizzati: Il livello di monossido di carbonio emesso, per tutti i veicoli a benzina; Il grado di opacità, per i mezzi alimentati a gasolio; Il cosiddetto fattore lambda, per le auto catalizzate.

Quali sono le novità del decreto Monti? Il bollino blu deve obbligatoriamente essere rinnovato ogni due anni.

Ma cosa cambia rispetto a prima del decreto Monti? Prima, infatti, erano solo alcuni comuni a richiedere agli automobilisti di verificare periodicamente lo stato delle combustioni.

La seconda novità riguarda, invece, la coincidenza con la revisione; entrambi i controlli vanno effettuati insieme e con le stesse tempistiche: dopo 4 anni per i mezzi nuovi e ogni due anni per tutti gli altri.

Classe ambientale dei veicoli: come verificarla? Per non incappare in infrazioni, rispettando le limitazioni imposte dalle nuove disposizioni di legge, bisogna verificare la classificazione euro della propria auto. Si tratta di categorie che suddividono tutti i veicoli in base alle emissioni inquinanti, a partire dalla classe Euro 0 ed Euro 1, fino ad arrivare alle più ecologiche Euro 6 B, C e D.

Per farlo basta entrare nella sezione dei servizi online e inserire la targa del veicolo.

Auto Euro 0 I veicoli Euro 0, o pre-euro, sono le auto immatricolate prima del 31 dicembre , vetture estremamente inquinanti, che utilizzano benzine al piombo e nessun tipo di sistema di filtraggio dei gas di scarico.

Oggi questi mezzi sono esclusi dai centri storici, subiscono forti limitazioni in tutto il perimetro urbano, inoltre verranno sempre più penalizzati nella circolazione stradale, causando pesanti disagi per i loro proprietari.

Auto Euro 1 Le auto classificate Euro 1 sono state immatricolate a partire dal primo gennaio In alcuni casi anche i veicoli acquistati prima di tale data sono catalogati come Euro 1, quindi è importante verificare sempre la classe ambientale sul libretto di circolazione. La produzione di vetture Euro 5 è stata interrotta dal , considerando le tecnologie adoperate ormai obsolete.

Scarica anche:SCARICO JOLLY MOTO