Scarico fumi in facciata


Quali sono i rimedi per il divieto di scarico fumi in facciata?. Il presente approfondimento prende spunto da quesito posto da una nostra jacee.us quesito. L'anno. Canna fumaria con sbocco sopra il tetto dell'edificio, le novità inserite nel Decreto Crescita. Tra le novità inserite nel Decreto Crescita bis, vi è la disposizione. Scarico fumi condominio. Il posizionamento dei terminali di tiraggio deve seguire la norma tecnica UNI , che disciplina appunto la. Ok all'espulsione dei fumi a parete, con l'asseverazione del tecnico. Se acquisti una caldaia a gas a condensazione con basse emissioni NOx.

Nome: scarico fumi in facciata
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 71.26 MB

Fai la tua domanda all'esperto: esperto. Quindi non abbiamo praticato nessun foro nuovo in facciata ci siamo limitati a utilizzare quello già esistente e già utilizzato da anni per lo scarico dei fumi della cappa dal vecchio proprietario.

Abitiamo nel comune di Firenze. Il regolamento edilizio si rifà alla norma UNI, che ci obbliga a scaricare i fumi attraverso una cappa. Volevo capire se i punti 3 e 5 di cui sopra possono essere applicati al nostro caso.

Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie.

Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi. L'Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

Luogo I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.

Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono indicati nelle sezioni specifiche di questo documento. Tali disposizioni, ovviamente, si propongono di tutelare la salubrità dei luoghi e la salute dei cittadini. Non basta.

DL 179/2012

Accanto ai danni alla salute degli individui ed alla salubrità dei luoghi, risultano anche importanti i danni patrimoniali che vengono cagionati ai beni altrui; si pensi, per esempio, alle macchie che si creano nelle facciate dei palazzi, che pure sono un bene condominiale. A fronte di tale situazione, fermo restando che ogni caso ha le sue specificità, sembra utile analizzare i risvolti penali e civili più importanti.

Per questo è necessario conoscere preventivamente le normative che sanciscono in modo dettagliato gli obblighi di legge per chi acquista una qualsiasivoglia stufa o camino o apparecchio per il riscaldamento che necessiti di uno scarico fumi. Conoscere la normativa in materia di scarico fumi significa anche conoscere le differenti possibilità di installazione della canna fumaria, gli obblighi dello scarico fumi, la tipologia di abitazione in cui è possibile installarla e dove no, e ancora, significa conoscere le condizioni in cui non vi è un'abitazione privata, ma strutture bifamigliari o condomini, in cui il regolamento degli stessi vigono al di sopra di tutte le altre disposizioni.

Informarsi sulle possibilità di installazione di una canna fumaria per garantire uno scarico fumi di stufe, caldaie e camini nel rispetto della normativa vigente è un un obbligo di legge, ma soprattutto un dovere sociale. La normativa UNI per lo scarico fumi Per installare una stufa, gli obblighi di legge di cui si è parlato sopra, sono contenuti nella norma UNI e in modo particolare si spiegano le ulteriori modalità in cui disporre: il montaggio dei canali da fumo.

Caratteristiche dello scarico fumi in base alla normativa UNI Oltre alle disposizioni sopra elencate, lo scarico fumi diretto deve essere previsto a tetto e il condotto fumario deve avere le caratteristiche previste dalle norme UNI , al punto 4.

Ebbene, per una stufa senza canna fumaria non si intende una tipologia di stufa che NON possiede nessun tubo per l'evacuazione fumi o nessun condotto fumario, ma si fa riferimento a un particolare sistema di riscaldamento per il quale è prevista la SOLA installazione di un tubo di diametro di 8 cm con fungo terminale, che viene collocato all'esterno per scaricare i prodotti della combustione.

La stufa senza canna fumaria, infatti, rilascia e produce comunque dei fumi derivati dalla combustione del pellet, che devono esssere esplulsi all'esterno della vostra abitazione, non possono certo rimanere all'interno della vostra casa.