Liberty batteria scaricare


SAlve a tutti, oggi il mio liberty 4 tempi dopo 10 giorni di inutilizzo ha deciso di lasciarmi a piedi causa batteria scarica. Cosa faccio ora? posso caricarla. jacee.us › come-avviare-la-moto-con-la-batteria. Tra le problematiche più frequenti relative ad una motocicletta, nonostante la costante manutenzione e cura, troviamo la batteria scarica. Pagina 1 di 1. Batteria sempre scarica [Liberty ]. Oggetto: Batteria sempre scarica [Liberty ]. Messaggio Inviato: 3 Set Riporta. Doctor87 - Sbk.

Nome: liberty batteria scaricare
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 50.82 MB

Ecco come risolvere questo inconveniente. A volte potrà capitare che il vostro scooter, dopo essere stato fermo per tutta la stagione invernale, una volta tornata la primavera, non si riesca ad avviare.

I problemi di accensione dello scooter sono molto comuni, dopo un lungo periodo di fermo. Vediamo come risolvere nel modo migliore e più efficace questo inconveniente. Come avviare lo scooter Sicuramente la prima operazione che dovrete svolgere per scongiurare il primo problema che potrebbe causare la non accensione del vostro scooter, sarà pulire la candela con un pezzo di carta vetro a grana fine. Talvolta potrebbe rendersi necessario sostituire la candela del motore.

Svantaggi 3. Oggi ti parlo di BC battery controller.

Tutte le categorie

Scendi nel box e…. Se ti è già capitato di imbatterti in una situazione come quella appena descritta, saprai anche il seguito: perdita di tempo, in ritardo al lavoro, esborso di soldi per aver dovuto cambiare la batteria.

Questo, è composto da una centralina che ha da una parte, una presa di corrente che dovrai collegare alla presa al muro.

In pratica, UNA volta soltanto, smonti i morsetti della batteria , attacchi gli occhielli e rimonti.

In questo modo ti rimarrà il cavetto a cui dovrai attaccare poi la tua centralina. Tornando allo scooter, il cavetto collegato alla batteria con gli occhielli, normalmente rimane in una posizione facile da accedere, ad esempio nel vano sottosella se la batteria è posizionata appunto sotto la sella.

Se dovessimo avere una resistenza infinita il tester non darà segnali, allora abbiamo sicuramente un problema a un campo. Altro controllo da fare è vedere se qualche avvolgimento fosse in corto.

Fare questa prova con tutte le fasi dello statore, se dovesse suonare il tester abbiamo trovato la fase in corto circuito. Un campo rotto o bruciato avviene quando le temperature sono troppo alte e si rovina la resina protettiva che isola gli avvolgimenti.

Ricordiamoci di fare sempre tutte le combinazioni. Questo test deve essere fatto per poco tempo, perché va scollegato lo statore dal regolatore di tensione e quindi dal circuito della moto.

La moto andrà ad assorbire esclusivamente la corrente dalla batteria senza la ricarica proveniente dallo statore. Ecco perché è un test da fare in un lasso molto corto di tempo.

Bisogna selezionare sul multimetro la tensione in alternata invece sulla batteria è in continua ricordiamocelo. La corrente che esce dallo statore essendo corrente indotta è una corrente alternata.

Puntare i tre morsetti, facendo come sempre tutte le varie combinazioni e vedere la tensione in uscita, avremmo valori molto alti e variabili anche volt.

Questo test deve essere fatto con un regime del motore ben fisso, perché la tensione varia molto con il numero di giri. Se i valori, a regime di rotazione del motore costante, sono molto diversi tra di loro, uno o più avvolgimenti non sono più prestazionali e probabilmente sono bruciati.