Scarico omologato moto


Montare uno scarico aftermarket, cioè non originale, è perfettamente legale purché si regolarmente omologato. Eppure ancora oggi può. Sostituire il terminale di scarico della propria moto è un'operazione molto semplice ma cosa serve per non incorrere in sanzioni? Tutta l'espenzia maturata da REMUS in anni di competizioni e di impegno sia nel mondo auto che moto, messa a disposizione per la realizzazione di prodotti. Acquistando uno scarico omologato, si è perfettamente in regola con Se una moto usata vi viene consegnata a vostra insaputa con lo scarico.

Nome: scarico omologato moto
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 45.88 MB

Realizziamo anche marmitte su misura o su specifiche del cliente. Tutti i nostri scarichi possono essere dodati di DB Killer in modo tale da non farvi superare i limiti imposti dal codice della strada. Non tutti i modelli su specifiche del cliente sono omologati. I materiali che utilizziamo sono i seguenti ed è a vostra discrezione scegliere quello che più rispecchia le vostre esigenze sia in termini prestazionali che anche di sola estetica : Titanio Fibra di Carbonio Ordinare uno scarico da Noi Vi potrà permettere di scegliere: Il modello di terminale e la quantità un terminale, due terminali, uno per lato, due per lato, sotto codone Il materiale da utilizzare per la struttura del terminale e del fondello Eventuali altre personalizzazioni per i modelli dodati di Fondelli vi è un'aggiunta di 50 euro.

Gli scarichi Galassetti vengono realizzati con la massima cura utilizzando materiale di prima qualità e i più efficaci materiali fonoasserbenti.

Il codice della strada vieta di montare silenziatori non omologati per circolare su strade aperte al traffico.

Il motivo della norma è chiaro: il controllo delle emissioni inquinanti e sonore. Come sempre, ignorantia legis non excusat: se vi fermano le forze dell'ordine, "potreste" rischiare una sanzione amministrativa di euro e il ritiro della carta di circolazione, con il conseguente obbligo di affrontare un nuovo collaudo.

Il condizionale è d'obbligo perché in realtà il ritiro ritiro del libretto a volte è basato su un'errata interpretazione della normativa. Dunque il dispositivo di scarico, anche se di sostituzione e di tipo omologato, deve comunque consentire il rispetto del valore massimo di rumore indicato nella carta di circolazione.

In teoria nulla impedisce alle forze dell'ordine di multare comunque anche una moto appena uscita dal concessionario senza nessuna modifica. Se proprio volessero multarvi comunque, al momento della fomalizzazione del verbale, e naturalmente prima di firmarlo, assicurarvi che nelle note vengano aggiunte le seguenti indicazioni: Lo scarico riporta l'omologazione ben visibile sul corpo del silenziatore Siete in possesso di dichiarazione di omologazione da parte della casa produttrice.

Avete una copia di una circolare del Ministero dei Trasporti che attesta che gli scarichi omologati sono sostitutivi dell'originale e quindi sono in regola a tutti gli effetti.

Avete una copia di una circolare del Ministero dei Trasporti in cui si attesta che gli scarichi omologati non devono procedere all'aggiornamento della carta di circolazione. Far presente che l'articolo di riferimento è il 72 in quanto i silenziatori rientrano nei dispositivi specificati nel comma 2 dell'articolo L'azione di "modifica" citata in detto articolo 78, si configura evidentemente quale circostanza diversa dalla sostituzione del silenziatore originale con uno dello stesso tipo ovvero con uno di tipo omologato, come già descritto in premessa, ma riguarda la vera e propria alterazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dell'intero sistema di scarico.

Tale ultima circostanza è l'unica per la quale si rende necessaria visita e prova presso gli Uffici della M. Da ultimo si fa presente che il dispositivo di scarico, anche se di sostituzione e di tipo omologato, deve comunque consentire il rispetto del valore massimo di rumore indicato nella carta di circolazione.

Tale accertamento consiste nella verifica del rumore a 50 cm. Per facilitare l'individuazione dei silenziatori originali, nel corso degli accertamenti su strada, si fa presente che questi riportano il marchio del fabbricante del veicolo ovvero un logo dello stesso oltre ad un codice alfanumerico.