Diametro minimo scarico wc


  1. Ristrutturare il bagno: una guida pratica per non sbagliare
  2. Spostare il wc sulla stessa parete del bagno
  3. Rifare il bagno, ma è possibile spostare il wc?
  4. Bagno lontano dagli scarichi | Come fare a spostare il bagno
  5. ristrutturazione roadmap

Per mantenere costante questo valore, il diametro della diramazione di di una misura al diametro dell'attacco (Fig. 3). il w.c.) e gli altri scarichi indipendenti ossia: lavelli da cucina il livello standard di riferimento, cioè il livello minimo di. Si piazzano gli scarichi interni di un bagno, relativi al vaso, alla doccia, diametro (Minimo / della colonna montante degli scarichi). Oggetto: Diametro tubazioni di scarico sanitari. Messaggio: Mi pare 40mm per i sanitari e 50 linea. La zona WC 90(curva tecnica nel. Ho innestato in una colonna di scarico diametro 75 un WC (scarico a parete) che esce diametro 90 e va appunto a innestarsi con un T in.

Nome: diametro minimo scarico wc
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 58.27 MB

Si tratta di un apparecchio elettromeccanico delle dimensioni di una piccola valigetta che, posto dietro al WC tradizionale o comunque nelle sue vicinanze, raccogliendo gli scarichi di tutti i sanitari triturandoli e pompandoli, anche in verticale ed in tubi di sezione ridotta, consente di realizzare dei bagni in punti anche molto distanti dalla colonna di scarico "vera", avendo anche la possibilità di realizzare tratti in orizzontale o quasi a soffitto. Il sistema ha, appunto, l'innegabile vantaggio di "svincolare" la distribuzione e la collocazione dei bagni dall'effettiva posizione della colonna fecale, ma come tutte le cose ha anche degli svantaggi.

Dato che in diversi cantieri ho fatto installare questo sistema ritengo di avere una discreta esperienza sull'argomento, e voglio condividere alcune considerazioni ed alcuni "tips and tricks" con tutti voi.

Anzitutto cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando: premetto che il mio blog non vuole essere e non sarà mai una vetrina commerciale, ma a volte è indispensabile linkare alcune aziende in modo esplicito e diretto.

Questo è uno di quei casi.

Spostare il wc sulla stessa parete del bagno Se devi spostare il wc di 1, 2 o più metri sulla stessa parete, esistono due soluzioni possibili: Installare un wc con scarico a parete.

Nel caso in cui lo spessore non sia sufficiente, occorrerà creare una controparete. Installare un trituratore.

Il collettore tra wc e scarico principale è detto braga, ed ha uno spessore minimo, come abbiamo detto, di circa 10 cm. In questo caso bisognerà solo provvedere ad uno spazio adeguato accanto al wc dove alloggiare il trituratore. Fortunatamente, rispetto al passato questi dispositivi sono incorporati nel wc ed anche meno rumorosi.

Quale sia la soluzione che scegli, tuttavia, ricordati che dovrai comunque provvedere ad isolare acusticamente la derivazione dello scarico con materiali fonoassorbenti, per rimanere nei 35 decibel consentiti per un ambiente abitativo urbano negli orari notturni.

Spostare il wc sulla parete opposta Anche spostare il wc sulla parete opposta presenta le sue particolari problematiche. Per fare questo, è necessario eventualmente sollevare il nuovo wc di qualche cm per assicurare il giusto dislivello tra lo scarico derivato e la colonna di scarico principale.

Ristrutturare il bagno: una guida pratica per non sbagliare

Anche in questo caso le soluzioni sono due: Spostare il wc mantenendo lo scarico a terra In questo caso, occorre creare un rialzo sotto il wc che fornisca i cm di dislivello mancanti.

Ovviamente è necessario poi far camminare la tubazione lungo tutto il pavimento fino a raggiungere la colonna di scarico.

Certamente, purché siano mantenute le misure minime previste dalla normativa per i bagni visitabili dai portatori di handicap. Inoltre, il wc dovrebbe essere posto ad almeno 80 cm dalla parete di fronte. Secondo la legge infatti almeno un bagno dovrebbe essere visitabile da parte di un disabile.

Media calcolata su 1 voto Questa pagina ti è stata utile? A partire da questo pozzetto un tubo, che naturalmente deve essere sempre in pendenza, va ad innestarsi nella colonna fecale.

Perché il wc non viene innestato in questo pozzetto? Il tubo che esce dal wc ha un diametro maggiore di quello che esce dagli altri sanitari, penso che sia semplice immaginare il motivo. Quindi non risulta conveniente convogliarlo verso un pozzetto insieme agli altri scarichi, ma è molto più pratico immetterlo direttamente nella fecale.

Tutto questo insieme di impianti composto da tubazioni e pozzetto viene sempre posizionata a pavimento e, nel suo punto di maggior spessore, solitamente arriva ad occupare fino a 15 centimetri.

E qui sorge il problema: tutti i palazzi realizzati fino a non più di 20 anni fa hanno sempre previsto dei massetti di spessore molto inferiore ai 15 centimetri in realtà anche quelli nuovi raramente raggiungono questi spessori. E più indietro si va nel tempo quindi più è vecchio il palazzo in cui è presente il bagno da ristrutturare più diminuisce lo spessore dei massetti, per arrivare a spessori pari al minimo indispensabile per posare il pavimento parliamo anche di soli cm.

A livello di costi non varia molto, si tratta di pochi centimetri di cemento leggero, invece varia molto a livello estetico. E se devo dirtela tutta: dividere il bagno in una zona bassa e una zona alta spesso rende molto più bello il tuo bagno. Quindi una necessità tecnica che si traduce in un miglioramento estetico. Problema 2.

Il muro è abbastanza spesso? So che ti sembra una domanda assurda ma seguimi.

Il wc che attualmente hai in bagno ha la vaschetta di scarico posizionata a vista in alto? Oppure è posizionata a vista proprio dietro il wc? Questa vaschetta effettivamente non è molto spessa, solitamente intorno ai 10 centimetri ormai anche qualcosa in meno ma molti anni fa si usava costruire anche le pareti dei bagno con mattoni spessi 8 centimetri a cui venivano aggiunti due strati di intonaco per arrivare ad uno spessore complessivo di circa 11 centimetri.

Le soluzioni ci sono e sono varie: Potresti far realizzare una controparete da addossare a quella esistente fatta con tavelle sottili da 3 centimetri.

Spostare il wc sulla stessa parete del bagno

In questo modo eviti di toccare il muro retrostante Potresti scegliere un wc con una cassetta esterna di design. Ormai ci sono soluzioni molto belle esteticamente 3. Cosa devi vedere per prima quando entri in un bagno? Quando entri in un bagno la prima cosa che vedi non deve MAI essere il wc e il bidet.

Quindi la cosa più vicina alla porta, o la prima cosa che si vede, dovrebbe essere proprio il lavabo. Se non riesci a trovare nessuna soluzione per mettere il lavabo vicino alla porta allora prova a metterci la vasca o la doccia che sono comunque spesso due oggetti belli da vedere. Dove devi mettere il wc?

Rifare il bagno, ma è possibile spostare il wc?

La posizione ideale è vicino alla finestra. Il motivo credo che potrai immaginarlo da solo: gli odori escono più velocemente dalla stanza. Anche in questo caso non sempre è possibile, in ogni caso cerca di metterlo il più vicino possibile alla finestra.

Capita spesso infatti che, per ragioni di spazio, tu sia costretto a mettere la doccia o la vasca vicino alla finestra.

In questo caso vicino alla doccia metti il wc.

Bagno lontano dagli scarichi | Come fare a spostare il bagno

Prima il bidet o il wc? La doccia o la vasca dove la metto? In questa soluzione devi fare attenzione che lo spazio di fronte alla doccia sia sufficientemente largo per passarci agevolmente.

Una terza soluzione, che è quella che consente una maggiore ottimazione degli spazi in molti casi, è quella di inserire la doccia nel punto in cui non penseresti mai: sotto la finestra.

Anche in questo caso è una soluzione ottimale per i bagni stretti e lunghi, infatti riesci ad avere una doccia molto ampia larga quanto tutto il bagno e che non da fastidio. I due esempi tipici Naturalmente ci sono moltissimi possibili variabili, e tutto dipende realmente dalla forma e dimensione del tuo bagno, quindi va quasi sempre studiata una soluzione ad hoc. Questi sono naturalmente tutti consigli pratici ma ricordati che in ogni caso sono la posizione della porta d'ingresso e della fecale a comandare la disposizione dei sanitari: più vicino alla fecale si trova il wc meno problemi avrai.

Anche in questo caso un esempio pratico 5.

ristrutturazione roadmap

Si tratta di semplici accorgimenti di tipo ergonomico che ti aiuteranno a definire nei dettagli la disposizione del tuo nuovo bagno. Il lavandino Quanto è grande un lavandino? Ci sono le misure standard, cioè quelle del classico lavabo in ceramica con la colonna sotto 60 centimetri circa di larghezza per 50 centimetri circa di profondità e ci sono poi le misure di quello che ormai si installa realmente, cioè piani lavabo di design, con le forme e le dimensioni più disparate.

Se il bagno che stai ristrutturando è quello principale della tua casa allora il consiglio è di pensare ad un piano per il lavandino largo circa 90 centimetri e profondo tra i 50 e i 55 centimetri: è sicuramente più comodo.